Coaching Generazionale

Immaginando un’azienda, si pensa ad un complesso di beni finalizzato al profitto economico. Quando, invece, si fa riferimento ad imprese familiari, immediatamente trova spazio l’elemento soggettivo, di persone legate tra loro non solo dall’idea di business, ma dal vincolo parentale.

Questo rapporto ha un ruolo importantissimo nel passaggio generazionale: spesso è causa di stress e complicazioni all’interno del family business.

L’imprenditore deve cogliere l’opportunità di motivare nel modo giusto i figli e coinvolgerli nel direttivo aziendale: comunicazione e leadership sono il primo passo da percorrere.

Perché rivolgersi ad un coach?

Attraverso il coaching, il passaggio generazionale si trasforma piacevolmente in continuità, processo di crescita, condivisione e consapevolezza personale, familiare e aziendale, senza lasciar entrare dispute e conflitti.

L’affiancamento di un coach serve ad attenuare il possibile conflitto tra fattore umano (elemento personale) e fattore capitale (i bisogni dell’azienda): spesso si fatica a conciliare le necessità personali con quelle dell’impresa. È fondamentale giungere allo sviluppo delle attitudini delle persone e all’applicazione degli strumenti giuridici più efficaci per la gestione dei nuovi proprietari.

Parola chiave: comunicazione

Focalizzo la mia attenzione sulla comunicazione tra generazioni diverse: metto a confronto “modi di vedere” diversi, un diverso utilizzo degli strumenti a disposizione e una diversa visione della realtà circostante. Sottolineo l’importanza del coaching, che funge da “ponte” tra il passato e il futuro che avanza.

Contattami per prenotare un incontro informativo!

Inviami un’email