Come un semplice atto d’amore genera un flusso di bene senza fine

…Come un semplice atto d’amore genera un flusso senza fine.

“A differenza del male, il bene è invisibile. Non si può calcolare, né si può raccontare senza togliergli eleganza e senso. Il bene è fatto di un’infinità di piccole azioni, che, una dopo l’altra, forse, un giorno riusciranno a cambiare il mondo.” Marc Levy

È vero che aiutare le altre persone è dimenticare noi stessi?

Assolutamente no… Fare del bene, agire nel modo giusto, con genuinità e spontaneità, per il benessere delle altre persone non è “abbandonare” noi stessi.

Chi si preoccupa degli altri agisce seguendo una voce dentro di sé, quella dei valori. Non farlo significherebbe andare contro la sua nostra essenza umana. Non farlo significherebbe un grave danno a noi stessi e alla nostra identità.

“C’è nell’intimo di ogni essere umano, dalla prima infanzia sino alla tomba e nonostante tutta l’esperienza dei crimini commessi, sofferti e osservati, qualcosa che ci si aspetta invincibilmente che gli faccia del bene e non del male. È questo, prima di tutto, che è sacro in ogni essere umano.”