Team aziendale: 6 regole per formare una squadra vincente

Cosa tiene unita e guida una squadra vincente? Empatia, condivisione, professionalità, competizione spinta, mai rivalità. Queste sono le parole chiave per lavorare bene insieme.

Ricordati, però, che in un’azienda non può esserci democrazia.

Nel corso degli anni, sociologi e esperti di risorse umane hanno studiato e cercato di definire il perfetto lavoro di squadra. Tuttavia, non hanno mai compreso quali fossero le caratteristiche del team perfetto. Tutto ciò, fino a quando un progetto, avviato da Google tra i propri dipendenti, ha mostrato che ciò che fa funzionare bene una comunità di persone, non sono le competenze, le capacità nè tantomeno i soldi, ma, in fondo, proprio il senso di umanità.

Il tempo trascorso da manager e impiegati in attività che prevedono un team e una collaborazione con i colleghi è cresciuto del 50% negli ultimi vent’anni.

Ciascun lavoratore, in molte aziende, passa più di tre quarti della sua giornata comunicando con i colleghi.

Una squadra efficiente, però, è quella in cui ogni lavoratore interviene al momento giusto di una riunione, dice solo cose appropriate e torna alla propria scrivania quando l’ultimo punto all’ordine del giorno è stato affrontato.

 

Ora, vediamo insieme quali sono le regole che ogni lavoratore di un team dovrebbe incorniciare ed appendere in ufficio:

  1. Crea un ambiente “pscicologicamente sicuro”, in cui i tuoi colleghi non abbiano timore di essere criticati
  2. Evita di dimostrare la tua superiorità sui collaboratori
  3. Osserva gli stati d’animo dei tuoi colleghi e aiutali se in difficoltà
  4. Dedica del tempo a raccontare le tue vicende personali, ma preoccupati se la riunione va fuori tema
  5. Non subire i torti o gli insulti in silenzio, ma reagisci mostrando il tuo dispiacere
  6. Fai in modo che tutti parlino per la stessa quantità di tempo

Solo quando l’atmosfera di un luogo di lavoro è impregnata di empatia, nel gruppo di lavoro ideale si crea quel clima di “sicurezza psicologica”. In questo stato, nessuno teme di essere criticato dagli altri o si affretta a saltare sulle debolezze altrui.

Come per magia, gli interventi di tutti i colleghi si equilibrano per lunghezza e le aggressioni più o meno esplicite vengono scoraggiate.

Le riunioni del team si riempiono di idee all’apparenza strampalate, ma che nessuno ha il timore di esporre. Inoltre, aumenta il livello di stima reciproca e soddisfazione sul lavoro, fondamentali per ottenere i risultati che desideri.

Prima di andartene, ti consiglio di approfondire leggendo i miei articoli sul benessere aziendale, sugli errori da EVITARE al lavoro e su come perfezionare la tua leadership! E come sempre, lascia un commento per farmi sapere cosa ne pensi! 😉

PS Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo tramite i pulsanti che trovi qui sotto! Grazie!